Pino Bertelli e Francesco Mazza

MOSTRA | Questo è il Sud

Pino BertelliPino Bertelli è nato in una città-fabbrica della Toscana, tra Il mio corpo ti scalderà e Roma città aperta. Dottore in niente, fotografo di strada, film-maker, critico di cinema e fotografia. I suoi lavori sono affabulati su tematiche della diversità, dell’emarginazione, dell’accoglienza, della migrazione, della libertà, dell’amore dell’uomo per l’uomo come utopia possibile. È uno dei punti centrali della critica radicale neo-situazionista italiana.
Francesco MazzaFrancesco Mazza nasce e vive in Calabria, regista, produttore, film-Maker, curatore di mostre, concorsi e workshop fotografici. Non ancora ventenne con una cinepresa e una moviola super/8 riprende e racconta storie, erano matrimoni. La sua passione per il cinema nasce insieme alla sua attività imprenditoriale, tra le prime in Italia, di noleggio film super8. Fonda così la Cine Sud. Come regista ha sempre cercato di riportare sulla pellicola le cose che più gli stanno a cuore: il vero e la bellezza.
Periodo

dal 1 luglio al 19 dicembre

Orari apertura mostra

12:30-15:30 / 19:30-22:30

Luogo

questo è il sud, foto di Pino BertelliQuesto è il Sud
Niente paesaggi, niente cartoline, nessuna composizione. Una mostra fotografica di geografia umana, 60 persone, tutti con pari dignità, tutti ugualmente belli. Attraverso le loro posture, i loro volti, la loro fisicità, emerge la storia, lo splendore, la sofferenza, la ricchezza, la povertà e la speranza di una Terra del Sud.
A noi non interessa nulla della fotografia corrente, civile, impegnata, democratica, mercantile, amatoriale ecc., ciò che importa per noi è lavorare sull’immaginario dal vero, raccontare l’uomo o la donna non per quello che si vedono ma per quello che sono e come stanno al mondo. Qualsiasi persona ha diritto alla bellezza”
Il Docu-film in proiezione che completa l’allestimento della mostra, racconta il viaggio del fotografo sociale Pino Bertelli in Calabria, ispirato dalle letture dei più noti autori calabresi, da Campanella a Gioacchino da Fiore, da Corrado Alvaro a Bernardino Telesio, e desideroso dunque di conoscere di persona un popolo così misteriosamente affascinante e ricco di storia, di cultura, di vissuto, preso come esempio di tutte le culture del sud, che, seppur diverse, sono accomunate dall’appartenenza a un Mediterraneo fatto da stessi suoni, colori, odori. Il Docu-film raccoglie oltre 100 interviste e testimonianze su tematiche di attualità, quali la famiglia, il fenomeno dei migranti, l’omosessualità, il rapporto uomo-donna, la terra di Calabria e altro ancora, ripercorrendo i passi di Pasolini, mossi nel suo “Comizi d’amore”!